giovedì 16 giugno 2011

Il punto sulla ricerca sulle interferenze aliene in Italia

Dopo un po' di esperienza nella ricerca nel campo delle interferenze aliene, ritengo di poter provare a fare il punto della situazione sullo stato attuale della ricerca in questo ambito.

La ricerca in Italia viene portata avanti da organizzazioni statali, da organizzazioni private, e da tantissimi ricercatori indipendenti, tra cui vi e' anche il mio piccolo contributo.

Ormai molti di questi soggetti si sono spostati dallo studiare gli avvistamenti e la forma degli UFO e dal cercare le tracce degli atterraggi dei dischi volanti, a studiare aspetti piu' specifici, ma anche “meno fisici”, e quindi meno ricchi di prove concrete e scientifiche.

Ci siamo quindi indirizzati a studiare aspetti legati ad un piano non necessariamente fisico, e ci siamo inoltre occupati di entità eteriche che hanno sempre meno a che fare con gli alieni, fino ad occuparci della nostra anima e del nostro spirito. Poi ci siamo spinti a cercare risposte sulla nostra genesi, trovando i collegamenti con cio' che ci e' stato tramandato da chi si e' occupato degli stessi temi prima di noi ed in tempi antichi.


Tra intoppi e criticita'

I temi trattati sono decisamente complessi da studiare e da divulgare, e naturalmente, anche per queste ragioni non mancano gli intoppi.

In questi ultimi anni, e in crescendo, negli ultimi mesi, anche i meno attenti avranno notato inevitabili dissapori tra le varie “fazioni” di ricercatori sfociati in scontri piu' o meno diretti. Fonti di perdita di tempo e di stalli nella ricerca, questi scontri beneficiano le stesse entità che stiamo provando ad ostacolare, sia aliene che non aliene, secondo il mio punto di vista. Si tratta quindi di un processo non privo di dolori, ma forse utile per sradicare alcune convinzioni e allargare i nostri orizzonti.

Oltre agli intoppi di cui ho parlato non mancano anche le criticita' sulle seppur parziali conclusioni a cui siamo giunti.

Troppi ricercatori infatti non ricercano piu' la verita', ma credono di averla gia' trovata e quindi si preoccupano solo piu' di divulgare degli schemi preconfezionati che secondo loro rappresentano la verita' assoluta. Troppe cose invece ancora non tornano nell'analisi del fenomeno delle interferenze aliene, secondo il mio modesto parere.

Ci occupiamo in questo articolo della questione del parassitaggio, mentre in altre puntate saranno analizzate altre criticita'.


Non solo entità aliene

Trattando questioni che, pur essendo reali, non necessariamente trovano riscontro a livello materiale, si ha una certa difficolta' a stabilire dove sia il confine, ammesso che sia cosi' netto, tra cio' che e' fisico e cio' che non lo e' affatto.

Abbiamo trovato tante specie di entità aliene che parassitano e manipolano gli umani per nutrirsi della nostra energia e delle nostre emozioni, come i lux e le entità oscure. Ci siamo giustamente preoccupati di identificarli, di capire il loro impatto su di noi e di trovare il modo di eliminare il loro parassitaggio.

Bisogna inoltre chiarire che non esistono solo entità aliene che ci possono parassitare, ma soprattutto entità che hanno ben poco di “alieno” e mi riferisco ad entità inorganiche non classificate, spiriti erranti, entità create tramite riti, magia nera, e anche create dal nostro stesso pensiero. Proprio cosi', forme-pensiero, entità autocreate ed egregore... Tendiamo troppo a sottovalutare i poteri della nostra mente!


Forme-pensiero

Una forma-pensiero e' una massa di energia che contiene in sé una certa idea o pensiero. Le forme-pensiero sono originate a livello sottile e si manifestano poi in un certo modo nella realta' fisica.

Una forma-pensiero viene creata con il nostro pensiero e piu' persone si focalizzano su di essa, piu' assume forza. Inoltre maggiore e' l'energia che viene data ad una certa forma-pensiero, e maggiore e' la probabilita' che tale forma-pensiero si manifesti a livello fisico.

Per creare un'entità potrebbe bastare semplicemente volerlo, consciamente o meno, e chiunque potrebbe generarla. Il potere che tale entità acquista dipende anche dal numero di persone che si focalizzano su di essa e dall'energia che tali persone hanno.

Vi sono entità create dal nulla millenni fa che sono state adorate o richiamate da moltissime persone per moltissimo tempo, e che hanno acquisito una loro identità a livello eterico. Un esempio di forma-pensiero e' l'entità Madonna. Non ha alcuna importanza se nella storia la Madonna sia esistita realmente oppure no, ma l'entità e' stata creata e quindi esiste a livelli sottili, ed e' stata rafforzata dal pensiero ossessivo di miliardi di religiosi in tutto il mondo in secoli e secoli di storia.

Un'egregora e' un'entità energetica che si sviluppa da un raggruppamento di persone con le medesime idee e puo' crescere fino a diventare immensa a seconda del numero piu' o meno elevato di persone che si focalizzano sul pensiero che sta alla base di tale forma-pensiero.

Puo' venire generata tramite opportuni rituali oppure involontariamente ad esempio in un'organizzazione sotto un certo simbolo ed e' la somma delle idee ed emozioni di tutti i componenti del gruppo.

Se con il tempo assume una certa forza, l'egregora puo' finire per avere vita propria e divenire un entità intelligente che condiziona ogni componente del gruppo, facendone di loro dei ripetitori di idee e agendo come farebbe un burattinaio con i suoi burattini.

La forma-pensiero puo' inoltre agire sulla vita dell'affiliato vampirizzandolo energeticamente, fino a quando questo non ne prende coscienza e si libera definitivamente, sentendosi finalmente sollevato in quanto scaricato da un peso che lo teneva imprigionato all'interno di uno schema mentale.


Sempre colpa degli alieni?

Abbiamo visto che le entità possono venire create semplicemente da un pensiero ossessivo ed avere effetti analoghi a quelli di entità aliene. Una delle criticita' rilevate e' proprio quella di distinguere il parassitaggio vero da quello finto, gli addotti veri da quelli finti.

Se una persona si convince (o viene indotta a credere) di avere un'entità parassita, questa anche se non esiste viene col tempo creata a livello astrale, mentre se invece esiste gia', viene rafforzata ed i suoi effetti vengono di conseguenza ampliati.

Un'altra ipotesi tutt'altro che remota, e' quella che una persona abbia l'esigenza di un'entità protettrice, un angelo custode o in generale un'entità consigliera da cui dipendere, ed ecco che l'entità viene attirata.

In realta', che sia stata creata, attirata, oppure semplicemente arrivata, cio' che importa e' capire la ragione della sua presenza. Indipendentemente dalla sua origine, una certa entità parassita, se presente, e' stata inconsciamente accettata. Quindi bisogna chiedersi quali siano le nostre debolezze tali per cui abbiamo consentito l'intromissione o addirittura desiderato un'entità parassitante.

Il problema e' saper affrontare e risolvere i problemi che stanno alla base del parassitaggio, non tanto esorcizzare l'entità, perche' quando si sara' chiuso il varco che ne ha consentito l'accesso, questa sparira' automaticamente o verra' ridimensionata a tal punto da divenire ininfluente.

So di alcuni ricercatori che con un test della durata di 15 minuti che consta di tre palle colorate da ricolorare e tante palline da incendiare sperano di esorcizzare il mondo. Beh, e' comodo pensare che basti questo per risolvere problemi che uno si porta dietro da una vita, ma non e' utile.

Capita spesso che una persona con problemi di parassitaggio alieno ad un certo punto prenda coscienza del fenomeno e decida di liberarsene, magari con un “esorcismo tecnologico”... tuttavia la persona che magari ha convissuto per anni con tale entità, se ne e' “affezionata” e, sentendo mancare una parte di sé, riattira la stessa entità rendendo vana la tecnica liberatoria.

In genere quando si rilevano sintomi riconducibili al problema del parassitaggio alieno si dà sempre la colpa all'alieno perche' e' comodo farlo, non perche' sia utile. E' comodo scaricare le colpe sugli altri per non dover affrontare i propri problemi e le proprie debolezze.

Non serve esorcizzare il diavolo se poi la persona ha l'esigenza di avere il diavolo! Cio' che invece sarebbe utile e' creare le condizioni nella persona affinche' non abbia piu' bisogno di avere il diavolo!


Addotti e finti addotti

Prima di eseguire tecniche liberatorie che possono funzionare solo temporaneamente o addirittura peggiorare la situazione, e' necessario distinguere i veri addotti da coloro che non lo sono o dalle persone tali che il problema abduction e' l'ultimo dei loro problemi.

La questione e' importante sia per valutare l'attendibilita' dei dati per la ricerca, che per sapere se la persona presunta addotta o parassitata vuole realmente liberarsi ed e' pronta per farlo.

Mi sono imbattuto in casi, per fortuna rari, di persone che pur di dire che il loro problema stava al di fuori da loro, ovvero negli alieni, dicevano di essere addotti, e ogni minimo indizio sospetto, diventava una prova di abduction.

Un caso piu' frequente del precedente, ma per fortuna anche questo abbastanza raro, e' quello delle persone, il cui problema dell'abduction non e' di certo il problema principale, ma probabilmente l'ultimo dei problemi. Sono queste le persone che non sentendosi valorizzate nella vita, sperano di diventare “qualcuno” etichettandosi come “addotto/a” e involontariamente screditano il tema delle interferenze aliene inondando il web con pensieri e parole di addotti... si' ma addotti finti o rincretiniti.

Spesso sarebbe meglio risolvere i propri problemi magari con l'aiuto di uno psicoterapeuta, prima di pensare ai problemi di abductions e di possessione.


Conclusioni

Ci sono ancora troppe questioni da comprendere e tante altre che ci sfuggono. Abbiamo ancora molto da ricercare e da scoprire.

Per quanto mi riguarda proseguiro' quindi con le ricerche in modo sempre indipendente, compatibilmente con il poco tempo libero a disposizione, e continuero' a fornire il supporto agli addotti, sia tramite l'analisi dei test di autovalutazione che tramite lo strumento delle visualizzazioni guidate.

Non abbiamo ancora le risposte ad ogni nostra domanda e quindi la verita' dobbiamo ricercarla!

Secondo il mio punto di vista e' meglio diffidare dei falsi cristi e falsi profeti che dicono di aver compreso tutto: sarebbe soltanto un modo per non ricercare piu' e quindi una limitazione.

Ho parlato di nostre debolezze e di varchi che consentono ad entità di parassitarci per invitarvi a colmarli, e non a sostituire le entità aliene con un parassitaggio umano, affidandovi a guru o profeti che forniscono le risposte a tutte le vostre domande. Non c'e' una gran differenza tra le manipolazioni umane, i messaggi subliminali ed il parassitaggio alieno.

Attenzione che potreste anche ritrovarvi a scoprire che la vostra presa di coscienza, e' stata solo una gran presa per i fondelli!


Davide Serra. Un ringraziamento a Maurizio Rucco per l'ispirazione.


17 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. e chi l'ha mai detto che gli alieni li creiamo noi? ci mancherebbe... ho detto solo che c'e' una gran confusione in questo ambito, e bisognerebbe imparare a fare qualche distinzione.

    RispondiElimina
  3. si effettivamente esistono tante cose . Secondo me ci sono anche tante realtà o piani di esistenza che si sovrappongono o coesistono (spero si dica così in italiano).

    RispondiElimina
  4. Questa pagina mi spaventa! Divulgare certe notizie così delicate allo sciame di idioti che popolano questo pianeta. Potrebbero essere lette con fini contrari di chi scrive in buona fede.
    Ad ogni modo viviamo nel libero arbitrio....e che ogniuno di noi si assuma le responsabilità spirituali di ciò che intraprende.

    RispondiElimina
  5. non ho capito cosa c'e' di cosi' spaventoso in questa pagina

    RispondiElimina
  6. I miei complimenti per il lavoro di ricerca...dal mio punto di vista però non è tanto importante concentrarsi sul perchè ma molto di più sul "come"!!!
    Alieni e esseri inorganici vari appartengono tutti comunque al mondo illosorio...credo che possa essere altrettanto importante concentrarsi su cosa c'è dietro l'illusione come uscire dal circolo vizioso!!

    RispondiElimina
  7. ciao davide, sento il bisogno di segnalarti due libri che, per quanto mi riguarda, sono stati importantissime fonti di rivelazioni...
    i libri sono complementari: Telos-rivelazioni della Nuova Lemuria (di Aurelia Luoise) e Viaggio a Shambhalla (di Anne e Daniel M.G.)
    Li segnalai anche a Federico...
    raccontano della Terra cava, delle sue città (circuito di Agartha) come Telos, dei popoli che da 12000 anni vivono lì (Lemuriani, Atlantidei..). ci raccontano del perchè si è permesso che succedesse questo e del futuro che ci aspetta. ci dicono che da sempre vegliano sulla nostra evoluzione e ci raccontano come evolverci in tempo..
    Ti scrivo solamente per il fatto che non ho ancora sentito molto su questi temi..
    magari già sai questo o hai letto cose simili o non è ancora tempo che le divulghiate, ma io come lo posso sapere?
    mi baso solo sul percorso che state portando avanti in modo del tutto autonomo, e che seguo appassionatamente...
    poi sarebbe bello avere delle vostre conferme..
    un saluto

    RispondiElimina
  8. ciao, grazie per la segnalazione. non so nulla di terra cava e, non avendo nemmeno un riscontro, non ritengo valida questa ipotesi in questo spaziotempo.

    RispondiElimina
  9. in effetti, da quello che ho compreso, e penso di averlo abbastanza chiaro, tutti questi popoli vivono in questo spazio-tempo, ma sono a noi invisibili in quanto hanno una qualità vivratoria maggiore.
    Hanno una densità molto minore della nostra anche se conservano perfettamente ed in modo incorruttibile il loro corpo fisico. Inoltre possono portare nel loro stesso stato vibratorio la materia che li circonda.
    Potrebbero coscientemente abbassare il loro tono vivrazionale e materializzarsi nel nostro livello di densità che chiamano 3°dimensione.
    Ci esortano ad evolverci, ci chiamano al ri-congiungimento e consigliano vivamente di prendere l'opportunità che si sta presentando di nuovo dopo millenni, quell'opportunità capace come non è mai successo di dare la spinta giusta a chi vorrà sentire, ma soprattutto a chi vorrà agire.

    RispondiElimina
  10. ciao davide, voglio porti un quesito: non pensi che la gran parte delle anime su questo pianeta scelga intenzionalmente di "azzerarsi la memoria" nel momento in cui desidera reincarnarsi? e che quindi, al limite, solo una minoranza di anime sia soggiogata dalle forze negative? che ne pensi a riguardo?

    e poi come mai ti sei fermato con la pubblicazione di "news"?:)
    un GRANDE SALUTO

    RispondiElimina
  11. azzerare la loro memoria di loro spontanea volonta' no, quello e' un condizionamento negativo...
    non condizionare la mente con i dati di vite passate invece si', e' normale...
    le news le ho tenute tutte per marzo e aprile, gia' da domani :)
    sono stato molto impegnato precedentemente

    RispondiElimina
  12. ho letto libri riguardanti l'antica terra di Lemuria e ho visitato un sito che si occupa di divulgare questo tema in Italia. Gli articoli e le canalizzazioni sono a dir poco interessanti. Te ne posto uno:

    http://www.lemuriaitalia.it/sito/canalizzazioni/k-umanita.html

    RispondiElimina
  13. Davide ti segnalo un altro libro: "walk-in" di Anne Givaudan
    in questo libro l'autrice è testimone dell'opera di assistenza che il popolo venusiano offre da tempo immemorabile al nostro pianeta.
    inoltre riporta un dialogo tra un rettiliano ed una guida del pianeta Venere:

    ..l'essere dalla pelle scagliosa non può fare a meno di reagire a queste parole: nella sua voce si legge un disprezzo totale per l'uomo: -l'uomo non conosce la solidarietà, ed è facile sobillarlo contro i suoi simili...poco tempo fa ci siamo serviti di questa debolezza per fomentare guerre...che hanno destabilizzato i loro paesi. I capi di diversi paesi hanno tentato di ostacolare la nostra azione, ma sono stati assassinati o resi impotenti.

    Istruttore venusiano: -non potete comprendere le nostre ragioni perchè il concetto di amore non è ancora sviluppato nei vostri cuori. Spiegarvelo sarebbe una perdita di tempo. E' una lingua straniera a cui per ora non siete sensibili. Sappiate però che nel cuore degli uomini questo concetto è già radicato, e chiede soltanto di poter crescere. E' un seme che potete addormentare ma che nulla può distruggere, e la cui crescita è inevitabile.

    ..l'umanità non è solo ciò che dite voi. La vostra descrizione collima soltanto con coloro che, come voi, hanno scelto di operare esclusivamente per se stessi. Tuttavia incominciano a rendersi conto che qualsiasi caduta li toccherà da vicino, anche se, in un primo tempo non ne saranno direttamente coinvolti. -

    RispondiElimina
  14. Davide pensi che oggi un addotto possa affrontare un percorso di liberazione più facilmente rispetto qualche anno fa o sostanzialmente i tempi sono rimasti suppergiù gli stessi (a prescindere dalle tecniche)?

    RispondiElimina
  15. i tempi sono soggettivi come sempre, non e' cambiato nulla.

    RispondiElimina
  16. ciao davide, ti voglio segnalare un articolo a mio modesto parere molto interessante:

    http://lospecchiodelpensiero.wordpress.com/2012/06/19/cobra-il-velo/?blogsub=confirming#subscribe-blog

    spero tu possa trovare delle corrispondenze

    RispondiElimina